HDG

Riscaldare con legna pezzata

Da più di 300 anni l’economia forestale si ispira al principio di sostenibilità di Carl Carlowitz. Secondo questo principio ricresce sempre più legna di quanta non ne venga abbattuta. Ciò rende la legna pezzata la fonte di energia rigenerativa più significativa per la produzione di calore. Con il riscaldamento a legna è possibile influire enormemente sull’economicità, sulla modalità di emissioni e sulla durata di vita della propria caldaia. Con la caldaia a legna pezzata HDG:

  • è possibile riscaldare in modo efficiente ed ecologico, con un consumo di combustibile basso
  • si può accendere la caldaia meno frequentemente
  • si raggiunge un comfort eccezionale, ad es. mediante sistema di accensione e di pulizia automatici
  • si possono utilizzare ulteriori combustibili, ad. es. il cippato, il pellet
  • è possibile usufruire di incentivi statali che al momento sono molto convenienti

Riscaldare con cippato, pellet e segatura

La legna è una fonte di energia che si rigenera da sola, a condizione che utilizziamo i nostri boschi in modo responsabile e sostenibile. Inoltre, le possibilità offerte dalla legna non sono ancora nemmeno lontanamente esaurite: la quantità di legna attualmente utilizzata come fonte di energia potrebbe tranquillamente essere raddoppiata, senza mettere a rischio la sostenibilità dei boschi. Il legno è una fonte di energia a zero emissioni di CO2. Ciò significa che quando bruciamo il legno, questo emette nell'atmosfera tanta CO2 quanto ne ha assorbito durante la sua crescita. Ne emetterebbe una quantità simile anche se venisse lasciato a marcire.

  • Cippato: i cippati sono per la maggior parte pezzi di legno non trattato triturati (con coltelli e non con utensili smussati)
  • Pellet: i pellet sono cilindretti pressati prodotti da scarti di legno (segatura, scarti di taglio, ecc.) senza leganti chimici. Il pellet, rispetto alla legna pezzata e al cippato, presenta il massimo valore termico per chilo.
  • Trucioli: i trucioli vengono prodotti nelle aziende per la lavorazione della legna (ad es. in segherie, falegnamerie) come sottoprodotti e prodotti di scarto nella lavorazione del legno.

Riscaldare con il pellet

I piccoli cilindri di legna pressata sono:

  • per il 90 percento costituiti in scarti legnacei delle segherie del luogo e solo per il 10 percento in legnami a tronco, che non trovano applicazione nell’industria edilizia e nell’industria del mobile
  • disponibili in autobotti, similmente al gasolio combustibile a zero emissioni di CO2 durante la combustione e dunque particolarmente rispettosi dell’ambiente